assist-high
Insert title
Insert subtitle
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit.
photo-1489659831163-682b5af42225photo-1531399597742-fbf70c342ecephoto-1522922952185-2e35f28eec57photo-1527867458057-aff5c7a4d0f5volley-02-1437013
rotazione11rotazione22
nuoto
assist5x1000
sincrobeachkayakhigh jumpjavelin
Insert title
Insert subtitle
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit.
24/08/2015, 21:56

mondiali atletica



Mondiali-di-Atletica:-25-agosto,-Italia-e-non-solo


 Ancora Grenot per un posto in finale



Ed è ancora Libania Grenot, dopo una qualificazione ottenuta col brivido, a portare un po’ d’azzurro ai Mondiali di Atletica di Pechino.
Oggi è in gioco un posto nella finale dei 400 e stavolta non sono ammessi errori, nemmeno per la campionessa d’Europa. Passano le prime due di ciascuna delle tre sessioni, più i due migliori tempi. Non c’è margine, dunque, per valutazioni sbagliate o riprese all’ultimo metro, Libania dovrà correre la gara perfetta e tirare fuori la miglior prestazione stagionale, se vuole sperare in una corsia tra le otto. Appuntamento alle 13.05, ora italiana.

Dopo i 400 il pomeriggio (oggi non c’è sessione mattutina) si prospetta comunque interessante, con altre due gare femminili da non perdere.
Si comincia (via alle 13) con la finale del disco: qui la sfida sembra essere tra la cubana Denia Caballero e la croata Sandra Perkovic, uniche ad aver lanciato sopra i 70 metri in questa stagione. A caccia di medaglie anche l’altra cubana Perez, l’australiana Samuels e le tedesche Fischer e Muller.

Mezzofondo protagonista per il finale di giornata: alle 14.35 in pista le ragazze dei 1500. Favoritissima la giovane etiope Genzebe Dibaba, ma da tenere d’occhio anche la keniana Kipyegon, le americane Simpson e Rowbury e le europee Muir (GBR) e Hassan (NED).


24/08/2015, 01:13

mondiali atletica



Mondiali-di-Atletica:-24-agosto,-le-azzurre-in-gara


 Grenot e Chigbolu in pista sui 400



Soltanto due le azzurre in pista nella notte italiana per la terza giornata dei Mondiali di Pechino. Libania Grenot e Mariabenedicta Chigbolu saranno impegnate nelle batterie dei 400: per prima la Chigbolu (terza batteria, ore 4.59 in Italia) e a seguire la Grenot (sesta batteria, ore 5.20 in Italia).
Può senz’altro giocarsela la più esperta campionessa europea di Zurigo 2014, mentre l’atleta dell’Esercito, sicuramente in crescita, dovrà avvicinarsi molto al suo personale (51.67 del 5 luglio scorso) per sperare in un posto in semifinale.

Detto delle italiane, i riflettori della giornata sono tutti per semifinali (ore 13.40) e finale dei 100 (ore 15.35), che si annunciano come uno show di Shelly-Ann Fraser-Pryce. A contendere una medaglia alla straordinaria giamaicana, ci proveranno probabilmente le connazionali Simpson e Campbell-Brown (eterna), le americane Gardner, Todd e Bowie, la nigeriana Okagbare, l’ivoriana Ahourè, Ahye e Baptiste di Trinidad e Tobago. Fra le europee, spazio all’olandese Schippers e uno sguardo di simpatia per Ivet Lalova Collio, bulgara ma reatina d’adozione.





08/08/2015, 01:53

donne sport diritti pallanuoto setterosa medaglie



Bronzo-del-Setterosa-ai-Mondiali-di-Kazan


 Le Azzurre della pallanuoto sul podio battendo l’Australia



Le parole che seguono sono di Luisa Rizzitelli, presidente di Assist, a pochi minuti dal bronzo delle Azzurre della pallanuoto ai Mondiali di Kazan 2015. Tanta emozione, tanta gioia!

Provate a stare in acqua senza toccare. Provate a lanciare la palla e a stare ancora a galla. E fatelo per solo cinque minuti. Potrete sentire, così, solo una piccola parte della sensazione della fatica che queste campionesse sanno sopportare, lasciando esplodere genio sportivo e talento. Oggi queste straordinarie Azzurre hanno vinto per l’Italia una medaglia mondiale che, grazie alla battaglia di dignità di chi le ha precedute in azzurro, vale gli stessi soldi e la stessa considerazione di una medaglia dei pallanuotisti.
Il Setterosa è sempre stata, a parere mio e di Assist - Associazione Atlete (che mi onoro di presiedere dal 2000), un’icona di coraggio, intelligenza, umiltà e amicizia. Sono, queste ragazze incredibili, tutti i valori che lo Sport sa dare e sono l’esempio migliore di come le donne dello sport hanno saputo combattere per i propri diritti. Anche per questo, il Bronzo Mondiale di oggi è per me, e spero anche per voi, una gioia immensa.


immagine da Federnuoto.it


178101112
Insert title
Insert subtitle
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit.
loghi-01 webby ritagliato
Insert title
Insert subtitle
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit.
Insert title
Insert subtitle
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit.
Insert title
Insert subtitle
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit.
Create a website